Ultimi post

Città della Pieve Insolita: gli appuntamenti per l’estate 2019

luglio 16, 2019

Quando i tour classici di Città della Pieve non bastano più a soddisfare la curiosità dei visitatori, l’Ufficio Turistico propone itinerari del tutto insoliti e non prenotabili come gli altri, proprio per la loro natura insolita ed estemporanea. La città, oltre agli affreschi del Perugino e agli spazi del circuito museale, racchiude altri luoghi e altre bellezze che per vari motivi restano al di fuori dei percorsi canonici, perciò defilati, insoliti e talvolta sconosciuti ai più.

I tour di Città della Pieve Insolita hanno una durata di non più di due ore e toccando i luoghi meno noti della città combinati ogni volta in itinerari diversi, talvolta in modo casuale talvolta in percosi tematici. Il tour viene proposto in occasione degli eventi pievesi, pertanto si può partecipare a questa insolita visita solo in questi periodi.

Per l’Estate 2019, l’Ufficio Turistico di Città della Pieve propone un interessante calendario di appuntamenti insoliti tutti da scoprire e da gustare! Ci saranno due date per il mese di luglio e ben quattro nel mese di agosto, tre delle quali dedicate interamente al Palio dei Terzie e ai suoi rioni.

Non resta che scoprire gli appuntamenti!

 

leggi ancora

La Galleria Denise De Visscher Cichi di Panicale

luglio 16, 2019

L’11 maggio 2019 a Panicale è stata aperta al pubblico la Galleria Denise De Visscher Cichi dove sono esposte le opere realizzate dalla pittrice belga Denise De Visscher. Ella nacque a Gand nel 1927 e nel 1946 si trasferì con la famiglia a Roma al seguito del padre, professore di diritto romano nominato direttore dell’Academia Belgica a Roma. Attraverso il padre Denise sviluppò l’interesse per l’arte e la letteratura italiane, tanto da decidere di rimanere a Roma quando la famiglia, terminato l’incarico del padre, fece ritorno in patria.

Denise frequentò l’Accademia di Belle Arti della capitale e decise di volersi dedicare integralmente alla pittura. Proprio a Roma conobbe il marito Italo Cichi, titolare di un negozio di cornici antiche in cui organizzava anche esposizioni d’arte.

 

leggi ancora

Panicale: Marco Balucani in mostra all’Oratorio di San Sebastiano

luglio 13, 2019

L’Oratorio di San Sebastiano ospita dal 5 al 25 luglio 2019 la mostra

SCENARI IN BEMOLLE dell’artista Marco Balucani.

Le rarefazioni spaziali e le tinte quasi monocrome esposte, dialogano, ovviamente in bemolle, con l’affresco del Perugino presentae nella chiesa di San Sebastiano, raccontandosi i loro scenari, quasi a cercare una sorta di universalità dei momenti di vita, anche tragici, come la persecuzione.

Nella mostra “SCENARI IN BEMOLLE” sono esposti alcuni pezzi, appartenenti agli ultimi anni di attività, eseguiti con tecniche diverse tra loro, smalti acrilici e oli dati su tavola, su forex, e su metallo.

 

 

L’artista Marco Balucani, nato a Perugia nel 1964, è attualmente docente di discipline pittoriche, grafiche e scenografiche presso il Liceo Artistico ( ex Istituto d’arte ) “B. di Betto” di Perugia. È stato in passato docente di scenotecnica e scenografia presso l’Istituto d’Arte di Spoleto e l’Accademia di Belle Arti di Perugia. Ha partecipato come pittore ad un numero non elevatissimo di esposizioni artistiche e si è prevalentemente occupato di realizzazioni di pitture murali, anche di notevoli dimensioni, e realizzazioni scenografiche.

 

leggi ancora

Il Teatro Cesare Caporali di Panicale

giugno 6, 2019

Il centro storico di Panciale racchiude tra le sue mura medievali un piccolo gioello, il Teatro Cesare Caporali, che può essere annoverato a buon diritto tra i teatri più piccoli d’Italia.

Ancora oggi utilizzato per festival musicali, stagione di prosa ed un festival di opera da camera, il piccolo teatro fu edificato da un gruppo di giovani panicalesi, i quali si riunirono in una società “per fuggire l’ozio ed unire gli animi (…) avendo portato a buon termine un nuovo teatro”, come recita il documento originale datato 14 agosto 1692. Questi, infatti, si impegnarono a rappresentare ogni anno nuovi drammi. Successivamente, nel 1786, grazie ad una nuova accademia teatrale, il teatro venne rinnovato da Francesco Tarducci e fu denominato Teatro del Sole.

leggi ancora

Città della Pieve, Infiorata 2019: visite guidate da Perugino a Leonardo da Vinci

giugno 5, 2019

Come ogni anno torna a Città della Pieve l’Infiorata di San Luigi Gonzaga, organizzata dal Terziere Casalino in onore del suo santo patrono San Luigi Gonzaga, per l’appunto.

Nella notte del primo fine settimana dopo il Solstizio d’Estate, Via Vannucci, la strada principale della città che attraversa il terziere, si riveste di fiori diventando un lunghissimo tappeto di petali. I contradaioli, infatti, dopo una preparazione durata tutto l’inverno, stendono a terra i disegni che andranno a ricoprire di fiori, trascorrendo l’intera notte tra profumi e colori. Il tema dell’Infiorata cambia ogni anno, e questa 54° edizione vuole rendere omaggio a Leonardo da Vinci, proprio in occasione del cinquecentenario della sua morte. Il tappeto floreale vedrà, quindi, raffigurata la vita del genio toscano, le sue opere e i suoi progetti.

In questo colorato contesto, l’Ufficio Turistico di Città della Pieve ha ideato per i giorni clou dell’evento visite guidate ad hoc, con le quali scoprire Leonardo da Vinci e l’altro grande genio del Rinascimento suo contemporaneo, Pietro Vannucci detto il Perugino, nativo pievese.

leggi ancora

A Piegaro, il Festival del Vetro

maggio 25, 2019

 

Il piccolo borgo di Piegaro ospita al suo interno un museo unico nel suo genere per il nostro territorio: il Museo del Vetro. Il piccolo paese, infatti, ha una tradizione vetraria che affonda le radici nel Medioevo, quando il primo nucleo della vetreria fu costruito proprio all’interno del villaggio, utilizzando parte delle mura perimetrali dell’antica fortificazione. La vetreria poi si evolse nel corso dei secoli fino a diventare quella che oggi ospita il Museo, unione degli antichi ambienti con i più grandi e più moderni di metà ‘800. La fabbrica venne chiusa negli anni ’50 del ‘900 per poi essere riqualificata e destinata ad ospitare il Museo del Vetro, che quest’anno ha compiuto 10 anni.

Il museo ospita numerosi eventi e laboratori didattici per adulti e bambini, ma l’evento più importante è il Festival del Vetro, giunto alla sua 3° edizione, una quattro giorni dedicata all’arte e al design del vetro, alla letteratura, al teatro, alla musica e alle tipicità enogastronomiche. Ogni anno, infatti, il Festival accoglie i suoi visitatori con un ricco programma di attività, seminari, corsi, laboratori per bambini e workshop sulle diverse tecniche di lavorazione del vetro alla presenza dei più importanti mastri vetrai italiani e stranieri.

leggi ancora

Omaggio al Perugino nella mostra “SERGIO SANI. TRITTICO” a Panicale

aprile 19, 2019

 

La mostra di Sergio Sani nella chiesa di San Sebastiano, che ospita lo straordinario affresco di Pietro Perugino, rappresenta una conversazione tra l’artista contemporaneo e il Perugino, entrambi ispirati dal lirico paesaggio umbro. Nonostante la differenza nello stile, rinascimentale il primo – che esprime la sua arte con le figure, il paesaggio e l’architettura – e contemporaneo il secondo, che afferma la sua personalità di uomo e di artista in maniera astratta,  i due artisti rifletteno sul mondo creando composizioni che interpretano le espressioni umane più profonde.

Un dialogo attuale e senza tempo, nonostante i 500 anni di distanza, che rivela lo stesso spirito inquieto dell’uomo di fronte al suo destino e crea un legame artistico tra il passato e presente. In tutto questo alla pittura e al colore è affidato il ruolo fondamentale di salvezza e ricerca di un significato più grande, al di là della nostra umanità, nel valore eterno e vulnerabile della natura intorno a noi. 

 

leggi ancora

La Pasqua a Città della Pieve

aprile 15, 2019

 

Come ogni anno, a Città della Pieve torna la Mostra Mercato di Pasqua con i suoi prodotti agroalimentari e artigianali d’eccellenza dall’Umbria e dal resto d’Italia. Dislocati nelle piazze principali della città più di 50 espositori vi accompagneranno in un viaggio attraverso sapori, profumi e artigianato made in Italy, a partire dallo zafferano di Città della Pieve!

Ma la Pasqua a Città della Pieve è molto altro!

leggi ancora

Rinascimento Pievese, il biglietto integrato di Città della Pieve

aprile 6, 2019

 

RINASCIMENTO PIEVESE” è il nuovissimo biglietto integrato di Città della Pieve che permette l’accesso ai principali spazi museali religiosi della città.

A seguito dell’apertura al pubblico della Cripta e del Museo Diocesano della Cattedrale, non poteva mancare un unico biglietto che racchiudesse tutti i tesori pievesi, in un ideale percorso attraverso Perugino e il Rinascimento, epoca d’oro della città. Infatti, si potranno visitare gli spazi della Cattedrale recentemente musealizzati e la Chiesa di San Pietro, insieme ai ben noti Oratorio di Santa Maria dei Bianchi e Museo Civico-Diocesano di Santa Maria dei Servi. Caratteristica di questo nuovo biglietto sarà la durata complessiva di 3 giorni dalla data di emissione e potrà essere utilizzato dal venerdì alla domenica, in concomitanza con le aperture del Museo della Cattedrale. 

Ma vediamo in dettaglio cosa sarà possibile ammirare acquistando il biglietto.

leggi ancora

Filippa, la strega di Castel della Pieve

gennaio 26, 2019

In ogni borgo antico che si rispetti non possono mancare figure misteriose e spaventose come fantasmi e streghe! E Città della Pieve non poteva essere da meno, avendo dato i natali a Filippa, una delle più celebri streghe dell’Umbria, accusata di stregoneria e messa al rogo alla metà del ‘400. Di questa donna non si conosce nulla e l’unica testimonianza della sua esistenza in vita è la sua sentenza di morte, beffardo gioco del destino si può ben dire!, che fu emessa dal Podestà di Perugia nel 1455.

La figura di questa sfortunata donna, fin’ora nota solo agli studiosi di storia moderna e nello specifico della caccia alle streghe, è stata riportata alla luce nell’estate 2018 dalle operatrici dell’Ufficio Turistico di Città della Pieve durante una ricerca volta a scoprire i segreti della città, che sarebbero stati oggetto di una visita guidata insolita. La sua vicenda è stata poi approfondita rintracciando il testo integrale in latino della sentenza, edito nel Bollettino di Storia Patria dell’Umbria del 1987. Basandosi su questo testo e su altri testi di argomento affine, è stata costruita una figura femminile che durante la visita guidata, in occasione di Zafferiamo 2018, ha spiegato la condizione della donna nell’età moderna e narrato, come una testimone oculare, la storia di Filippa.

Ma ora veniamo alla storia di Filippa da Castel della Pieve, il cui processo fu uno dei più famosi del suo tempo!

leggi ancora